Girolamo da Treviso il Giovane

Treviso, 1497/98 - Boulogne, 1544

Documentato a Bologna a partire dal 1523, Girolamo da Treviso fu tra i protagonisti della vita artistica cittadina. Per la basilica di San Petronio scolpì alcune formelle sulla facciata ed eseguì in collaborazione con altri pittori la decorazione della cappella della Madonna della Pace realizzando da solo quella della cappella Saraceni dedicata a Sant'Antonio (1525); consegnò inoltre opere per altre chiese importanti, quali la basilica di San Domenico (pala Boccadiferro, ora alla National Gallery di Londra) e la chiesa di San Salvatore. La sua vicenda biografica è alquanto movimentata. Documentato in Liguria, lascia i suoi capolavori in Romagna (gli affreschi della chiesa della Commenda a Faenza); abbandona infine l'Italia, dopo un breve soggiorno a Venezia, e raggiunge l'Inghilterra divenendo architetto militare del re Enrico VIII, al cui servizio muore nell'assedio di Boulogne.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.