Ritratto di dama con cagnolino

olio su tela, cm. 113,5 x 77,5

L'opera consente di cogliere gli aspetti peculiari della ritrattistica di Bartolomeo Passerotti e il suo modo singolare di rispettare le convenzioni rappresentative, ma allo stesso tempo di eluderle in un approccio caricato del modello, tra realismo, retorica e ironia. Sia per ragioni stilistiche sia per i dati di costumi, questo sobrio ritratto è stato riferito verso il 1570.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.