Paesaggio con San Girolamo penitente

olio su tavola, cm. 46,5 x 64

In questa tavoletta - significativo prodotto della cultura figurativa adriatica - lo studio della tradizione veneziana si accompagna ad una dichiarata ripresa delle ampie vedute di gusto nordico, ben note a Venezia ed apprezzate in quegli anni in Romagna dagli Zaganelli e da Girolamo Marchesi da Cotignola. Il confronto con l'Immacolata del Museo civico di Pesaro e con sei tavolette con Santi nel Museo civico di Rimini, ed in particolare con il paesaggio della Natività di Urbino, ne accredita il riconoscimento a Benedetto, verosimilmente verso il 1530, in anni che congiungono la fase estrema della sua attività all'affermazione autonoma del figlio.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.