Madonna con Bambino e San Giovannino adorati da due angeli

tempera su tavola, diam. cm. 81,8

In questo tondo destinato alla devozione privata, nel quale è illustrato un soggetto molto comune nella pittura fiorentina del tempo, l'artista scioglie la consueta timidezza arcaica sperimentando ritmi botticelliani e puntando a raffinatezze di stesura tramite delicate velature e accurate lumeggiature. La sua esecuzione risale alla fine del Quattrocento o ai primi anni del Cinquecento.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.