Tiarini Alessandro

Bologna 1577-1668

Dopo un primo avvio nella bottega di Prospero Fontana e quindi di Bartolomeo Cesi, completò la propria formazione a Firenze nella bottega di Domenico Cresti detto il Passignano e fece quindi rientro a Bologna accostandosi alla pittura di Ludovico Carracci. Fu tra gli artisti più ricercati del suo tempo e le sue opere si trovano in varie città dell'Emilia, specialmente a Bologna e a Reggio Emilia dove fu largamente impiegato sia per l'esecuzione di dipinti su tela di grandi dimensioni sia per la realizzazione di vasti affreschi nella basilica della Ghiara; ma anche a Parma, nella chiesa di Sant'Alessandro e nel Palazzo del Giardino, oltre che in Lombardia come rivela il grande quadro della Pinacoteca di Cremona proveniente dalla locale chiesa di San Domenico.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.