Girolamo Negri, detto il Boccia

Bologna, 1648 ? - dopo il 1718

Pittore bolognese la cui attività si spinse in Romagna; non solo a Faenza come ricordano le testimonianze storiografiche, ma anche in area cesenate, come documenta il dipinto di Balignano di Longiano con Sant'Andrea apostolo genuflesso davanti alla croce del martirio. Allievo dapprima di Domenico Maria Canuti, l'artista passò nella bottega di Lorenzo Pasinelli registrando nuovamente la sua pittura sui raffinati esiti madreperlacei dei modelli del nuovo maestro, forse per incoraggiamento di Giovan Gioseffo dal Sole; un incontro felice, dal momento che l'artista invitò il giovanissimo Creti a fare ingresso nel medesimo ambiente. Testimoniano quell'adesione opere quali l'Apparizione della Vergine con il Bambino a san Pietro della cattedrale di Bologna e l'ovale con la Negazione di Pietro nella sagrestia della chiesa dei Filippini a Bologna, mentre ulteriore finezza sembrano rivelare le tele per i gesuiti di Modena e di Mirandola e soprattutto la Santa Cecilia ora nell'Educatorio San Paolo, sempre a Modena.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.