Crespi Giuseppe Maria detto lo Spagnolo

Bologna, 1665-1747

Solo nel corso del nostro secolo la critica d'arte ha recuperato la figura di Giuseppe Maria Crespi come uno degli esponenti di spicco della scena artistica italiana tra la fine del Seicento e la prima metà del Settecento. Pittore estremamente versatile, si dedicò tanto alle grandi pale sacre quanto alla pittura con scene di genere, alla natura morta e alla ritrattistica, con risultati di estrema originalità. Tra i suoi capolavori si ricordano la serie dei Sette Sacramenti della Galleria di Dresda, i quadri per il Gran principe Ferdinando de' Medici e i due sportelli di libreria del Civico Museo Bibliografico Musicale di Bologna.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.