Cesi Bartolomeo

Bologna, 1556-1629

Bartolomeo Cesi è il più fedele interprete delle tendenze rigoriste degli ambienti religiosi bolognesi in età di Controriforma. Prevalgono nella sua pittura, insieme alla chiarezza iconografica, una compostezza d'impianto e una fermezza di visione che sono il frutto di profonde meditazioni e di uno studio lento, ma incessante, del dato naturale, indagato con arcana semplicità. Prevalente è la sua attività per le chiese e per gli ordini religiosi, specialmente quello dei Certosini come rivelano le tele e i cicli di affreschi di San Girolamo della Certosa a Bologna e della Certosa di Maggiano presso Siena.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.