Canuti Domenico Maria

Bologna, 1626-1684

Canuti fece in tempo a frequentare la bottega di Reni in giovanissima età. Alla sua formazione artistica contribuì in modo determinante il soggiorno romano che lo mise in rapporto con le opere di Lanfranco ed in particolare con i testi più significativi della pittura barocca. Può essere annoverato tra i grandi decoratori emliani e i suoi affreschi sono visibili soprattutto a Bologna, in alcuni palazzi senatori e nella biblioteca del monastero di San Michele in Bosco, e a Roma, nella chiesa dei Santi Domenico e Sisto. Numerosi sono anche i dipinti su tela. Particolarmente apprezzabile risulta la produzione grafica.

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Per saperne di più leggi la pagina dedicata alla Normativa sulla Privacy.